Forum Devoti a Maria:

 

Per partecipare al Forum devi effettura il Login o registrarti
Fecondazione eterologa - Caterina Taddei
Utente che ha Postato
Post di Admin
il 24/04/2014 alle 06:54
Devoti a Maria
Il matrimonio omosessuale non si limita a sancire l’unione di due persone del medesimo sesso, ma comporta altri diritti, infatti, la legge inglese stabilisce che "le coppie omosessuali già godono degli stessi diritti genitoriali delle coppie eterosessuali e possono ad esempioadottare bambini, ricorrere alla fecondazione assistita o alla maternità surrogata." Vorrei riflettere su queste possibilità per mostrare i danni che esse comportano.
La fecondazione eterologa si verifica quando il seme oppure l'ovulo provengono da un soggetto esterno alla coppia; essa rappresenta l'ennesimo esempio di una società in cui tutto ciò che è consentito dalla tecnica viene automaticamente accettato, a prescindere da ogni giudizio etico.
La fecondazione artificiale è stata oggetto negli anni di un articolato dibattito, in particolare relativo all'uso di alcune tecniche, come la fecondazione eterologa, la clonazione, la commercializzazione di embrioni, la maternità surrogata, la produzione di embrioni a fini di ricerca o di sperimentazione che suscitano controversie di tipo bioetico. In seguito a tale dibattito è stata varata la legge 19 febbraio 2004 n. 40 che ha vietato tali pratiche.
Lo scorso 9 aprile la Corte Costituzionale ha dichiarato incostituzionali alcune parti della legge 40 del 2004, in materia di fecondazione medicalmente assistita, ammettendo la possibilità di praticare la fecondazione eterologa per coppie sterili, ovvero di "produrre” embrioni con gameti esterni alla coppia dei genitori legalmente riconosciuti. Di per sé, questa presa di posizione rappresenta un provvedimento pericoloso da molti punti di vista:
  • Si tratta di un duro attacco al diritto di ogni bambino ad avere un padre e una madre, alla famiglia e alla genitorialità responsabile.
  • Si rischia di introdurre la possibilità di una futura commercializzazione dei gameti(nonostante l'ipocrita definizione di "donatori” utilizzata per chi fornisce i propri ovuli o il proprio seme), pratica del tutto abominevole e per molti versi assimilabile allo sfruttamento.
  • La sentenza potrebbe rappresentare un'occasione per liquidare anche i punti ancora in vigore della legge 40, come il divieto di soppressione degli embrioni (articolo 14), il divieto di accesso alla procreazione medicalmente assistita per single e coppie dello stesso sesso (articolo 5) e il divieto di surrogazione di maternità, ovvero della pratica del cosiddetto "utero in affitto” (articolo 12 comma 6). La fecondazione eterologa èirrispettosa della dignità umana (e soprattutto del diritto di ogni bambino ad avere una mamma e un papà) e 
    si introduce una sorta di "diritto ad avere un figlio”, dimenticandosi del diritto delfiglio, ovvero del soggetto giuridico più debole coinvolto in questo tipo di pratiche, a poter contare su due figure genitoriali certe e ad essere cresciuto ed educato, per quanto possibile, dai propri genitori biologici.
 
Caterina Taddei