Adozione spirituale

 

Cos'è l'adozione spirituale del bambino concepito?

Devoti a Maria


ADOZIONE SPIRITUALE
DEL BAMBINO CONCEPITO


Che cos’è l’adozione spirituale?
L'adozione spirituale ha come obiettivo la difesa della vita, fin dal suo concepimento.
E’ una preghiera per salvare un bambino concepito, che rischia di essere ucciso con l’aborto.
Pregando con fede, amore e costanza, si ottiene il cambiamento della decisione e la scelta della vita da parte dei suoi genitori, evitando altresì che essi si macchino di questo crimine orrendo.
Questa preghiera accompagna e protegge il bambino nel suo sviluppo nel grembo materno, per tutti i nove mesi. In tal modo si diventa genitori spirituali di questo bambino.

Come è nata l’adozione spirituale?
L’adozione spirituale è stata pensata come  risposta alla richiesta che fece la Madre di Dio, nel corso delle apparizioni di Fatima, di pregare ogni giorno il Santo Rosario come penitenza per l’espiazione dei peccati che più hanno ferito il Suo Cuore Immacolato.
Fu ideata e introdotta la prima volta in Polonia nel 1987. Il primo centro di adozione spirituale si costituì presso la chiesa dei padri Paolini a Varsavia.
Da questo luogo, la preghiera si diffuse poi in tutto il mondo.

L’adozione spirituale è un’iniziativa del gruppo dei “Devoti a Maria”?
No, l’adozione spirituale è un’iniziativa che abbiamo conosciuto tramite un volantino analogo al nostro e ci è piaciuta subito “da matti”, perché è in difesa della vita, perché accresce la fede, perché consente a chiunque, qualunque sia il suo status, basta crederci, di contribuire a ridurre lo sterminio silenzioso di vite umane che avviene nei nostri ospedali, o nei luoghi clandestini.

Come può essere fatta l’adozione spirituale?
Può essere fatta sia in forma solenne, davanti al Santissimo Sacramento, che in forma privata, recitando la formula dell’impegno.
Ogni giorno, per nove mesi, occorre poi recitare con devozione un Padre Nostro, un mistero del Santo Rosario (ossia dieci Ave Maria), siano esso un mistero gaudioso, glorioso, luminoso o doloroso, un Gloria e la speciale "Preghiera giornaliera".
Alla preghiera si può aggiungere qualche proposito personale, liberamente scelto.

Come si fa in modo privato?
Si deve leggere davanti ad un crocefisso la formula dell’impegno e da quel momento, per nove mesi consecutivi, occorre recitare le preghiere dell’adozione spirituale. Per memorizzare meglio, è bene scrivere la data dell’inizio e del termine (ad es. 25 marzo – 25 dicembre).

Chi può fare l’adozione spirituale?
Chiunque, laici, consacrati, uomini e donne, persone di tutte le età, anche divorziate, possono farla. E’ bene diffondere l'adozione spirituale anche in famiglia e tra i conoscenti.

Quali sono gli altri frutti dell’adozione spirituale?
L’adozione spirituale evita le profonde ferite causate dal peccato dell’aborto.
Aiuta le madri a riacquistare la fede e la fiducia nella Misericordia di Dio, anche e soprattutto per far decidere loro di tenere il bimbo e farlo nascere.
Questa pratica abitua poi alla preghiera sistematica, aiuta a trovare un senso profondo al dialogo con Dio, intensificando il rapporto col Padre e rinnovando la propria vita spirituale.
Può essere inoltre occasione di un rinnovato amore e preghiera comune in famiglia.

Quali possono essere i propositi personali?
I propositi personali possono essere vari, quali ad esempio: partecipazione settimanale alla messa, confessione frequente e santa comunione, adorazione del Santissimo Sacramento, lettura giornaliera della parola di Dio, digiuno, lotta ai propri vizi, aiuto ai bisognosi, ulteriori preghiere.
Si può fare l'Adozione Spirituale anche senza i propositi personali.
Questi propositi non sono obbligatori, ma sono utili a rinforzare l’obiettivo della preghiera e sono quindi raccomandati e vengono fatti volentieri da chi si impegna per l’adozione spirituale.

Quante volte si può fare l’adozione spirituale?
Si può fare ripetutamente, a condizione che la precedente sia conclusa. L’adozione si fa per un bambino alla volta.

Si conosce la nazionalità del bambino in adozione?
Non si sa; solo Dio la conosce.

Posso dare un nome al bambino?
Puoi dargli un tuo nome, ma solo Dio ora conosce quello vero. Ti sarà utile però per ricordarti di lui ed accompagnarlo, con le tue preghiere, nella vita.

In che modo capirò che Dio ha ascoltato la mia preghiera?
Può il Nostro Padre non ascoltare i suoi figli? “Tutto quello che chiederete con fede nella preghiera lo otterrete (Mt. XXI, 22). La certezza viene quindi dalla fede: a Dio nulla è impossibile! Dio dona la vita e Lui vuole che ogni bimbo concepito veda la luce, possa crescere e sia amato dai suoi genitori.

Cosa succede se mi dimentico di recitare la preghiera?
La dimenticanza non è un peccato.
Una lunga pausa (per esempio un mese) interrompe però l'adozione spirituale. Sarà necessario rinnovare l’impegno e tentare di essere più fedeli.
Nel caso di una pausa più corta, si può continuare l'adozione spirituale recuperando, alla fine, i giorni persi.

Posso pregare in particolare per un bambino che conosco essere in pericolo di aborto?
Naturalmente che puoi farlo, prega intensamente che Dio faccia cambiare idea a quei genitori e se puoi, cerca di aiutarli anche materialmente, con delicatezza ed affetto.
Ti consigliamo anche di leggere e diffondere le terribili testimonianze di donne e uomini che si sono macchiati di questo peccato, non più riparabile
.


Posso diffondere e pubblicizzare l’iniziativa?
Certamente, puoi farla conoscere in famiglia, tra i tuoi amici, sul lavoro, nelle chiese, negli ospedali, ovunque.
Sei autorizzato a stampare in quante copie vorrai il volantino che trovi allegato in formato .pdf, oppure puoi riprodurlo, personalizzarlo, migliorarlo, ecc… , l’importante è spiegare bene l’obiettivo dell’iniziativa e la fede richiesta.

Come posso contattarvi?
Puoi contattarci per qualunque dubbio, per suggerimenti, per raccontarci della tua esperienza o per avere materiale, scrivendo ad info@devotiamaria.com

FORMULA DI IMPEGNO PER L'ADOZIONE SPIRITUALE
(da fare solo il primo giorno)

Signore Gesù, con l’intercessione della Beata Vergine Maria, Madre Tua, la quale Ti ha dato alla luce con amore, e di San Giuseppe, l'uomo dell'affidamento, il quale si prendeva cura di Te, volendo dare aiuto ai bambini concepiti che sono in pericolo di vita
,

mi impegno

da oggi (oppure dal giorno ...), a prendere in adozione spirituale un bambino, il cui nome solo Dio conosce, e a pregare ogni giorno, per nove mesi, per la salvezza della sua vita e perché, dopo la nascita, cresca nell’amore e nella fede.

Luogo e data __________________

 

PREGHIERA GIORNALIERA
(da fare quotidianamente per nove mesi)

Signore Gesù, per intercessione di Maria Santissima, che Ti ha dato alla luce con amore, e di San Giuseppe, l'uomo dell'affidamento, che si prese cura di Te, Ti prego per quel bambino non ancora nato, che ho adottato spiritualmente e che si trova in pericolo di morte.
Ti prego, concedi ai genitori l'amore e il coraggio, perché accolgano questo bambino, perché proteggano sempre la vita che Tu stesso gli hai donato e lo facciano crescere nell’amore e nella fede. Amen.