UN MINUTO CON MARIA 06/09/2014

Attraverso le lacrime di Maria, Dio ci dice...

Attraverso questo pianto di Maria, Dio ci dice che Lui partecipa alle”gioie e alle speranze, alle tristezze e alle angosce degli uomini” (Gaudium et spes, 1).

Quello delle lacrime è un linguaggio universale, che manifesta la compassione di Dio. E la Chiesa, che riceve da Maria questo messaggio, è chiamata a diventarne ambasciatrice, come scrive l’apostolo Paolo:”In nome di Cristo siamo ambasciatori: per mezzo nostro è Dio stesso che esorta” (2 Cor 5,20).

Le lacrime di Maria ci guariscono dalla cecità della pigrizia, dell’impazienza e della tristezza. Sono lacrime di compassione, che ci impediscono di passare oltre indifferenti, quando vediamo una persona in difficoltà, e ci spingono a farci prossimo.

Il pianto di Maria è infine espressione della “tenerezza di Dio”, e proprio per questo le sue lacrime sono portatrici della vera consolazione che non inganna e non delude. La Madonna è una Madre buona; in lei c’è un cuore vivo, pulsante, un cuore di carne, che gioisce con chi è nella gioia e piange con chi è nel pianto. Così dev’essere il cuore di una comunità cristiana, che cammina nella verità e nella carità.