8 Dicenbre 2013 - IMMACOLATA CONCEZIONE - ANNO A

8 DiceMbre 2013

IMMACOLATA CONCEZIONE - ANNO A -

Lc 1,26-38

Il testo dell'annunciazione è troppo noto perché ci sia bisogno di spiegazioni testuali. Luca ci presenta un quadro fatto di bellezza e armonia che mira a descrivere due realtà fondamentali: l'avvento del messia e la scelta di Maria. Il messia arriverà finalmente, al termine di una lunghissima attesa, fatta di fede e speranza, ma in un modo inaspettato; la scelta di un povera e giovanissima ragazza di Nazareth che conferma ciò che solo pochi nell'Antico Testamento hanno capito e cioè che Dio sceglie a partire dai piccoli, dai poveri, da ciò che il mondo disprezza perché essi sono i più vicini al suo cuore.

Maria, invece, è una ragazza che oltre a tutte le caratteristiche che la tradizione e la pietà cristiana nei secoli le hanno attribuito, presenta nel testo di Luca una grande fede e un grande abbandono a Dio. Non capisce tutto, ma non contesta; non sa come e perché, ma non accampa diritti o chiede spiegazioni. Sa solamente che il Signore l'ha visitata e può rendere possibile anche l'impossibile, rendere storia ciò che nemmeno la speranza osava presupporre. La risposta di Maria, l'``Ecco'' che esce dalla sua bocca rimanda all'``Eccomi'' che tutta la tradizione dei patriarchi ci ha abituato a sentire, la disponibilità totale; ecco sono qui tutta davanti a Te o Signore, pronta a fare la tua volontà.

 

Riflettiamo insieme

Quante volte ci sembra di non capire? Quante volte il nostro cuore si apre alla fede e all'attesa della volontà di Dio? Siamo capaci di guardare ai piccoli come il punto di partenza della nostra comprensione della realtà e del piano che il Signore ha sul nostro mondo?

il vostro don